A letter from Ashley Olsen’s friends in Florence

The Florentine releases this statement on behalf of Jade and her closest friends

Editorial Staff
January 12, 2016 - 18:55

The Florentine releases the following statement on behalf of Jade and her closest friends in Florence. For press queries, contact redazione@theflorentine.net. La versione in lingua italiana si trova sotto.

 

This message is from Ashley Olsen’s best friend Jade, and Ashley’s closest friends in Florence.

 

“We are bereft and numbed by what has happened. This is horrific and unimaginable. Ashley has been ripped from us in the most evil way, and it is impossible to comprehend. In this sad and confusing time our thoughts and our love go to Ashley’s father, mother, and sister, and to all of her family.

Ashley was a rare and kindhearted spirit. She immediately became a familiar part of life in the Oltrarno where she lived, embraced by everyone who knew her. In Florence ours is a huge community of young and creative expats, from every continent in the world, and we are close-knit. Ashley’s beloved dog, Scout, and her quirky style marked her out. From her long coats to her trademark hats, you never knew what outfit she’d put together next; she wore some crazy things. She loved pastel colours, so all summer we had pastel hair - hers was lilac and mine was pink. From a distance she stood out, you saw her coming. Up close it was the warm and vivacious smile that lit up her whole face that we, and so many others, will remember her by.

 

People were changed by her. Whoever you were, you always had her entire attention. She was warm and open, with an easy laugh that she loved to share. People smiled around her, and she quickly entered the hearts of everyone she met. She was the kind of person you could bare your soul to, and she would listen and love you in return. She would never, ever judge anyone. When I was facing difficult times, she was the only person I wanted to call. Before I could admit things to myself, I admitted them to her, and she was always there with a hug and a cup of tea.

 

She had a great sense of humour and her joy was contagious. She always had funny sayings like, “That’s a horse of a different colour!” Rolling in on her skateboard, sunglasses down, you knew the mischief was about to begin. When we lived together in the summer, we would call each other “The Grandmas”, living in our flat with the old-style granny furniture and our granny cups of tea, watching Netflix, eating takeaways, and then complaining about the takeaways we’d eaten. Friends would stick their heads in, “How are the Nannas today?” We went for a picnic in La Cascine where we randomly came across the elderly people of Florence dancing. We drank slush puppies, and I remember laughing our heads off as we danced the waltz with all the older people. She’d always ask me afterwards, “When are we going back to Grandma Park for another dance?”

 

It will never make sense that she is no longer here. I keep picking up my phone to call her in my distress and sadness. In gathering to mourn Ashley, we still turn our heads, expecting to see her and Scout striding along the street towards us. She had said, “Jade, trust me, 2016 is going to be our year.” We had so many plans, she had so many ideas and dreams for the future, and now they will never happen. She has been taken away in the cruellest possible way, but no one will ever take her gentle heart and beautiful, delicate soul. Evil doesn’t get to touch that. What we once enjoyed together, we will never, ever lose. All that we love deeply becomes a part of us, she touched my life with stardust and that is everything.

 

We have seen the messages of love pour out from her hometown of Florida and we know that, across two countries, people who knew and loved her are in shock. Such was the impact of this one person. She gave so much and had so much more to give.

 

While we mourn her passing we place our trust fully in the Italian authorities to investigate this tragic episode. We wait to hear what they discover, and pray that justice will be swiftly served to whoever is responsible. Most of all, we send our combined strength and our love to her family. This loss cannot be measured, nor can the impact of Ashley’s too brief life. We will miss her forever.”

 

Written by Marisa Garreffa in collaboration with Jade and Ashley's friends

This article may be reproduced in part or in its entirety on the sole condition that "The Florentine" is cited as the original source. 

 

// 

 

VERSIONE ITALIANA

Questo è il messaggio di Jade, la migliore amica di Ashley Olsen, e le sue amiche più care a Firenze.

 

"Siamo sconvolti e atterriti da quanto è accaduto. Tutto questo è orribile e al tempo stesso assurdo. Ashley ci è stata portata via nel modo più crudele, e ciò è impossibile da comprendere. In questo momento così triste e confuso, i nostri pensieri e il nostro amore vanno al padre, alla madre e alla sorella di Ashley, e a tutta la sua famiglia.

 

Ashley era uno spirito di rara bontà. Per questo era diventata subito una figura familiare nella vita dell’Oltrarno, dove viveva, apprezzata da tutti coloro che la conoscevano. A Firenze, la nostra è una grande comunità di giovani creativi stranieri, provenienti da ogni parte del mondo, molto legati fra loro. Il suo amato cane, Scout, e il suo stile stravagante erano i suoi segni distintivi. Con i suoi lunghi cappotti e i cappelli di marca, non si sapeva mai che cosa avrebbe indossato ogni volta; aveva sempre qualcosa di stravagante. Amava i colori pastello, così per tutta l'estate abbiamo avuto capelli color pastello, lei lilla e io rosa. Vista da lontano si distingueva, non potevi non notare il suo arrivo. Da vicino colpiva il suo sorriso caldo e vivace che le illuminava tutto il volto e che noi, e tanti altri, non scorderemo mai.

 

Chi entrava in contatto con lei ne veniva trasformato. Chiunque le fosse davanti, riceveva sempre tutta la sua attenzione. Lei era affettuosa e accogliente, con una risata calda che non si sforzava di trattenere. Per questo entrava rapidamente nei cuori delle persone che la conoscevano e che condividevano la sua gentilezza. Ashley era il tipo di persona con la quale potevi mettere a nudo la tua anima, e lei ti avrebbe ascoltato e dato amore e fiducia in cambio. Non giudicava mai nessuno. Quando ho dovuto affrontare momenti difficili, lei era l'unica persona che desideravo chiamare. Prima ancora di riuscire ad ammettere alcune cose con me stessa, le ho condivise con lei, e lei è sempre stata pronta per confortarmi, con un abbraccio e una tazza di tè.

 

Aveva un gran senso dell'umorismo e la sua gioia era contagiosa. Ha sempre avuto buffi modi di dire come, "Questo cavallo è di un colore diverso!" e quando saliva sul suo skateboard, occhiali da sole sul naso, capivi che stava per iniziare una bricconata. Quando abbiamo vissuto insieme un’estate, ci chiamavamo a vicenda "le nonne", perché il nostro appartamento era arredato in vecchio stile, prendevamo il tè nelle nostre tazze da nonna, guardavamo Netflix, mangiavamo sempre cibo takeaway, per poi lamentarci delle qualità del cibo appena mangiato. Gli amici che ci venivano a trovare chiedevano: "Come stanno le nonne oggi?". Un giorno siamo andate a fare un pic-nic alle Cascine dove ci siamo imbattute in un gruppo di anziani fiorentini che ballavano. Abbiamo bevuto granite, e mi ricordo di quanto abbiamo riso e ci siamo divertite ballando il valzer con tutte quelle persone anziane. In seguito Ashley mi ha chiesto più volte, "Quando torniamo al parco dei nonni per un altro ballo?".

 

Vivere qui non sarà più la stessa cosa. Continuo a prendere meccanicamente il mio telefono per chiamarla e condividere con lei la mia angoscia e la mia tristezza. Mentre compiangiamo Ashley, ci aspettiamo ancora di vederla attraversare la strada e venire verso di noi a grandi passi, insieme a Scout. Poco tempo fa mi aveva detto: “Jade, fidati di me, il 2016 sarà il nostro anno.” Avevamo così tanti progetti insieme, e lei aveva tante idee e tanti sogni per il futuro, e adesso niente potrà più accadere. È stata portata via nel modo più crudele possibile, ma nessuno potrà mai prendere il suo cuore dolce e gentile e la sua anima delicata. Il male non può arrivare a toccare il suo spirito. Ciò che abbiamo apprezzato di lei, non andrà mai perduto. L'amore che ci ha donato è diventato una profonda parte di noi, Ashley è entrata nella mia vita con la sua dolcezza e questo è tutto quello che conta adesso.

 

Sono innumerevoli i messaggi d'amore che si sono riversati nella sua città natale in Florida e tutte le persone che la conoscevano, nei due paesi, sono in completo stato di shock. Questo testimonia l'impronta che Ashley ha lasciato nella sua breve vita. Lei ha dato tanto e aveva ancora molto di più da dare.

 

Mentre piangiamo la sua scomparsa, poniamo la nostra piena fiducia nelle autorità italiane che indagano su questo tragico episodio. Attendiamo di conoscere gli esiti delle indagini, nella speranza che chi è responsabile sia presto consegnato nelle mani della giustizia. Soprattutto, vogliamo condividere la nostra forza e il nostro amore con la sua famiglia. Questa perdita è incommensurabile, così come l'impatto della troppo breve vita di Ashley. Ci mancherai per sempre, ti porteremo per sempre nei nostri cuori."

 

La riproduzione integrale o parziale di questo articolo è autorizzata a patto che venga sempre citata la testata "The Florentine".

more articles

Comments