A useful guide to the June 2024 elections in Florence

A useful guide to the June 2024 elections in Florence

Advice on how to vote and a guide of the mayoral candidates

bookmark
Thu 06 Jun 2024 12:24 PM

On June 8 and 9, residents of Florence will vote in local elections to decide who will run the city and Italy’s representatives at the European Parliament. We offer advice on how to vote and take a look at the candidates in the running to become the future mayor of Florence.

Read the exit interview with Dario Nardella.

L’articolo è disponibile anche in italiano a seguire.

How to vote in the local elections in Florence

On June 8 and 9, local elections will take place for the next Mayor of Florence, the district presidents and city councillors. Polling stations will be open on June 8 from 3 to 11pm, and June 9 from 7am to 11pm. In case of a second ballot, the run-off will take place on June 23 (7am-11pm) and 24 (7am-3pm). 

To vote in Florence’s local elections, you must be over 18, an Italian or EU citizen, a resident of Florence and a registered voter. Applications for the electoral register must be made by April 30 at the latest.

On the day, voters must bring a valid form of photo ID issued by a public authority, such as a passport or driving licence. Voters must also bring their electoral card, which can be renewed, requested or picked up at the electoral office at viale Guidoni 174. 

Further information (in Italian) about voting can be found on the Comune’s website

How to vote in the European Parliament elections

On June 8 and 9, elections will take place for Italian representatives of the European Parliament. Polling stations will be open on June 8 from 3 to 11pm, and June 9 from 7am to 11pm. Polling stations will be open on June 8 from 3 to 11pm, and June 9 from 7am to 11pm. In case of a second ballot, the run-off will take place on June 23 (7am-11pm) and 24 (7am-3pm). 

To vote in the European parliament elections, you must be over 18, an Italian or EU citizen, a resident of Florence, and a registered voter.

On the day, voters must bring a valid form of photo ID issued by a public authority, such as a passport or driving licence. Voters must also bring their electoral card, which can be renewed, requested or picked up at the electoral office at viale Guidoni 174. 

Further information (in Italian) about voting can be found on the Comune’s website

Who’s in the running to become the next Mayor of Florence?

Sara Funaro is the Democratic Party candidate backed by the current administration and with the support of Sinistra Italiana, Azione, +Europa, Verdi, Socialisti, Movimento Azione Laburista and Volt. Born in Florence in 1976, she has a degree in psychology from the University of Florence. She’s also the current city councillor for education and welfare, as well as the granddaughter of former mayor Piero Bargellini (1966-67). She also serves as vice-president of ASP Montedomini social services association and as a board member of Fondazione Meyer, the charity supporting Florence’s children’s hospital. Her campaign slogan is Firenze al plurale (Firenze in the plural) representing inclusivity and equal opportunities for all citizens. She has presented a plan to provide affordable housing in Florence. 

Eike Schmidt is an independent candidate backed by centre-right and right parties Fratelli d’Italia, Lega and Forza Italia. Born in Freiburg, Germany, in 1968, he was director of the Uffizi Galleries from November 2015 to December 2023, the museum’s first non-Italian director. A joint German and Italian citizen since 2023, he is currently director of Museo e Bosco Reale di Capodimonte in Naples, with previous international museum experience at the National Gallery of Art in Washington, D.C. and the J. Paul Getty Museum in Los Angeles. He has a degree in Modern and Medieval Art from the University of Heidelberg. His campaign slogan is Firenze Magnifica with the mantra of “more safety, more efficiency, more decorum”. 

Lorenzo Masi is the candidate for Movimento 5 Stelle. Born in Fiesole in 1982, he is a lawyer and currently a city councillor. He is very active on the city’s sports scene, acting on several boards, including AICS and the Italian Lawyer Footballers Association.

Stefania Saccardi is the Italia Viva candidate, the party founded by former Italian PM and Mayor of Florence, Matteo Renzi. Born in 1960, she has a degree in law from the University of Florence. She is the current vice-president of the Tuscan regional government, a position she previously held between 2013 and 2015, and the regional councillor for agriculture. Formerly deputy mayor of Florence in 2013-14 and city councillor for welfare in 2009-13. Testa e Cuore (Head and Heart) is her campaign slogan, which concentrates on creating affordable housing, civic behaviour, safety and the environment.

 

 

 

 

Cecilia Del Re was born in Florence in 1982. She has a law degree from the University of Florence and also studied at the University of Leicester (UK), Georgetown University, Washington, D.C. and New York University. She was formerly city councillor for urban planning, environment, tourism and technological innovation as well as smart city, Recovery Plan and UNESCO management plan. Del Re was a member of the Democratic Party since its founding in 2007, but her removal from office ostensibly due to comments regarding trams running near the Duomo resulted in her establishing a new civic movement called Firenze Democratica with other former democrats. Her campaign promises focus on a “more progressive, public, inclusive, metropolitan and European, and safer Florence”.

 

 

 

 

 

Dmitrij Palagi is one of the toughest opponents of the current administration, having presented more than 2,100 vetos alongside fellow city councillor Antonella Bundu since entering office in 2019. He is a Sinistra Progetto Comune candidate with the backing of Rifondazione comunista – Sinistra Europea e Possibile. Born in 1988, he has a degree in philosophy and a PhD in medieval history. His campaign promises focus on equal opportunities and integration and inclusivity for immigrants.

 

 

Alessandro De Giuli was formerly part of the No Green Pass in Florence committee against civic restrictions during the Covid-19 pandemic. Since 2022 he has been involved in a campaign against anti-Russian sentiment and has more recently mobilized for the Palestinian resistance. 63 years old, he was born in Val Camonica and was co-founder of ALMA Edizioni, which publishes Italian teaching materials for foreigners. A candidate for new civic list Firenze Rinasce, whose campaign slogan is “il buonsenso del dissenso” (the common sense of dissent), he aims to “create a truly civic list that reunites all the needs of Florentine citizens from the bottom up”.

 

 

 

 

Francesco Zini is the mayoral candidate for Firenze Cambia, a new civic movement that wants to “put people first” and “take care of Florence”, with a focus on families, sustainable development, safety and the environment. Born in Florence in 1976, he is a professor of Philosophy at the University of Siena. He is the former president of the Union of Catholic Jurists and the Forum of Family Associations in Tuscany, having established two political and civil training centres.

 

 

Andrea Asciuti is the candidate for Firenze Vera formed by the Indipendenza movement against Italian PM Giorgia Meloni’s pro-EU and pro-US views, and the anti-abortion Popolo della Famiglia movement. Born in Naples in 1977, he has a degree in natural sciences and he teaches maths and science at a secondary school. He is currently a city councillor for Gruppo Misto and was former provincial secretary for Lega Nord in Florence from 2010 to 2011 and a ItalExit candidate in 2022. He stands for “constructive opposition” in favour of a balance between residential living and tourism, heightened security and stamping down on drugs. 

 

 

 

 

 

Francesca Marrazza is the candidate for RiBella Firenze, a non-political citizen movement with a focus on urban greening, affordable housing, safety, health and public transportation. Born in Florence in 1965, she has a degree in literature from the University of Florence and a master’s from the University of Siena. She teaches Italian language and culture at a variety of Italian and international schools as well as running courses at the Italian Institute of Culture of Beirut.


 

Guida pratica alle elezioni di giugno 2024 a Firenze

L’8 e il 9 giugno i cittadini di Firenze voteranno alle elezioni comunali ed europee per decidere chi guiderà la città nonché i rappresentanti dell’Italia al Parlamento europeo. Anche se le liste civiche saranno presentate ufficialmente all’inizio di maggio, le campagne elettorali sono già in corso. In questo articolo forniamo informazioni su come fare a votare e facciamo una carrellata sui candidati in corsa per diventare il futuro sindaco di Firenze.

Come fare per votare alle elezioni amministrative a Firenze

L’8 e il 9 giugno si svolgeranno le elezioni amministrative per i candidati sindaci, i presidenti di circoscrizione e i consiglieri comunali di Firenze. I seggi elettorali saranno aperti l’8 giugno dalle 14 alle 22 e il 9 giugno dalle 7 alle 23. L’eventuale ballottaggio si svolgerà il 23 giugno.

Per votare alle elezioni amministrative di Firenze è necessario essere cittadini italiani o UE, residenti a Firenze e iscritti nelle liste elettorali. Le domande per le liste elettorali devono essere presentate entro e non oltre il 30 aprile.

Gli elettori devono presentare un documento d’identità valido con foto rilasciato da un’autorità pubblica, come il passaporto, la carta d’identità o la patente di guida. Gli elettori dovranno inoltre portare con sé la tessera elettorale, che potrà essere rinnovata, richiesta o ritirata presso l’ufficio elettorale di viale Guidoni 174.

Ulteriori informazioni sul voto sono disponibili sul sito del Comune.

Come fare per votare alle elezioni del Parlamento europeo

L’8 e il 9 giugno si svolgeranno le elezioni per i rappresentanti italiani al Parlamento europeo. I seggi elettorali saranno aperti l’8 giugno dalle 14 alle 22 e il 9 giugno dalle 7 alle 23. L’eventuale ballottaggio si svolgerà il 23 giugno.

Per votare alle elezioni del Parlamento europeo occorre essere cittadino italiano o dell’Unione Europea, residente a Firenze e iscritto nelle liste elettorali.

Chi è in lizza per diventare il futuro Sindaco di Firenze?

Sara Funaro è la candidata del Partito Democratico sostenuta dall’attuale amministrazione e con il sostegno di Sinistra Italiana, Azione, +Europa, Verdi, Socialisti, Movimento Azione Laburista e Volt. Nata a Firenze nel 1976, è laureata in psicologia presso l’Università degli Studi di Firenze. È anche l’attuale assessore comunale all’istruzione e al welfare, nonché nipote dell’ex sindaco Piero Bargellini (1966-67). È inoltre vicepresidente dell’associazione di servizi sociali ASP Montedomini e membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Meyer, l’ente benefico che sostiene l’ospedale pediatrico di Firenze. Lo slogan della sua campagna elettorale è Firenze al plurale, che rappresenta l’inclusività e le pari opportunità per tutti i cittadini. Ha presentato un piano per creare social housing a Firenze.

www.sarafunaro.it / @sarafunaro

 

Lorenzo Masi, classe 1982, nato a Fiesole, avvocato di professione è un consigliere comunale uscente del Movimento 5 Stelle. Masi è impegnato pure nello sport, rivestendo varie cariche all’interno del comitato fiorentino dell’Aics e anche dell’Associazione Italiana Calcio Avvocati

 

Stefania Saccardi è la candidata di Italia Viva, il partito fondato dall’ex premier italiano e sindaco di Firenze, Matteo Renzi. Nata nel 1960, è laureata in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Firenze. È l’attuale vicepresidente della giunta regionale toscana, carica che ha già ricoperto in precedenza tra il 2013 e il 2015, e assessore regionale all’agricoltura. Già vicesindaca di Firenze nel 2013-14 e assessore comunale al welfare nel 2009-13. Testa e Cuore è lo slogan della sua campagna, che si concentra sulla creazione di alloggi a prezzi accessibili, sul comportamento civico, sulla sicurezza e sull’ambiente.

www.stefaniasaccardi.it / @stefisaccardi

Cecilia Del Re è nata a Firenze nel 1982. Laureata in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Firenze, ha studiato presso l’Università di Leicester (UK), la Georgetown University, Washington, D.C. e la New York University. In precedenza è stata assessore comunale all’urbanistica, all’ambiente, al turismo e all’innovazione tecnologica, oltre che smart city, piano di ripresa e piano di gestione UNESCO. Del Re è un membro del Partito Democratico sin dalla sua fondazione nel 2007, ma la sua rimozione dall’incarico comunale apparentemente a causa di commenti sull’idea di far passare la tramvia vicino al Duomo l’ha portata a fondare un nuovo movimento civico chiamato Firenze Democratica con altri ex-democratici. La sua campagna elettorale promette di concentrarsi su una “Firenze più progressista, pubblica, inclusiva, metropolitana ed europea, e più sicura”.

www.firenzedemocratica.it / @firenze.democratica

Eike Schmidt è un candidato indipendente sostenuto dai partiti di centrodestra e destra, Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia. Nato a Friburgo, in Germania, nel 1968, è stato direttore delle Gallerie degli Uffizi dal novembre 2015 al dicembre 2023, primo direttore non italiano del museo. Cittadino congiunto tedesco e italiano dal 2023, è attualmente direttore del Museo e Bosco Reale di Capodimonte a Napoli, con precedenti esperienze museali internazionali presso la National Gallery of Art di Washington, D.C. e il J. Paul Getty Museum di Los Angeles. Si è laureato in Arte Moderna e Medievale presso l’Università di Heidelberg. Lo slogan della sua campagna è Firenze Magnifica con il mantra “più sicurezza, più efficienza, più decoro”.

www.eikesindaco.it / @eikesindaco

Dmitrij Palagi è uno dei più duri oppositori dell’attuale amministrazione, avendo presentato più di 2.100 note insieme alla consigliera comunale Antonella Bundu da quando Palagi è entrato in carica nel 2019. È candidato di Sinistra Progetto Comune con il patrocinio di Rifondazione comunista – Sinistra Europea e Possibile. Nato nel 1988, è laureato in filosofia e ha conseguito un dottorato in storia medievale. Le sue promesse elettorali si concentrano sulle pari opportunità, l’integrazione e l’inclusività per gli immigrati.

www.palagixfirenze.it / @orsopalagi

Alessandro De Giuli ha fatto parte del comitato No Green Pass a Firenze contro le restrizioni durante la pandemia di Covid-19. Dal 2022 è impegnato in una campagna contro il sentimento anti-russo e più recentemente si è mobilitato per la resistenza palestinese. 63 anni, è nato in Val Camonica ed è stato co-fondatore di ALMA Edizioni, che pubblica materiale didattico in italiano per stranieri. Candidato alla nuova lista civica Firenze Rinasce, il cui slogan elettorale è “il buonsenso del dissenso”, punta a “creare una lista veramente civica che riunisca dal basso tutte le esigenze dei cittadini fiorentini”.

www.firenzerinasce.it / @firenzerinasce

Francesco Zini è il candidato sindaco di Firenze Cambia, un nuovo movimento civico che vuole “mettere le persone al primo posto” e “prendersi cura di Firenze”, con particolare attenzione alle famiglie, allo sviluppo sostenibile, alla sicurezza e all’ambiente. Nato a Firenze nel 1976, è professore di Filosofia all’Università di Siena. È stato presidente dell’Unione dei Giuristi Cattolici e del Forum delle Associazioni Familiari della Toscana, avendo istituito due centri di formazione politica e civile.

www.firenzecambia.eu / @firenzecambia

Andrea Asciuti è il candidato di Firenze Vera, formato dal movimento Indipendenza di Gianni Alemanno contro le opinioni pro-UE e pro-USA del premier italiana Giorgia Meloni, e dal movimento anti-aborto Popolo della Famiglia. Nato a Napoli nel 1977, è laureato in scienze naturali e insegna matematica e scienze in una scuola secondaria di secondo grado. Attualmente è consigliere comunale del Gruppo Misto ed è stato segretario provinciale della Lega Nord a Firenze dal 2010 al 2011 e candidato a ItalExit nel 2022. Si batte per “un’opposizione costruttiva” a favore di un equilibrio tra vita residenziale e turismo, di una maggiore sicurezza e di una repressione della droga.

@firenzevera1

Francesca Marrazza è la candidata di RiBella Firenze, un movimento cittadino di non politici che si occupa di verde urbano, alloggi a prezzi accessibili, sicurezza, salute e trasporto pubblico. Nata a Firenze nel 1965, è laureata in lettere presso l’Università degli Studi di Firenze e ha conseguito un master presso l’Università degli Studi di Siena. Insegna lingua e cultura italiana in diverse scuole italiane e internazionali, oltre a tenere corsi presso l’ Istituto Culturale dell’ambasciata di Beirut.

@firenzeribella2024

Related articles

NEWS

Pitti Uomo 106: in pictures

International and Italian brands line the halls with their collections.

NEWS

Making Florence a better place

Fiavet, the Association of Travel Agents, looks into how to make Florence a better place through actionable solutions.

NEWS

Florence hosts the Aftercare Forum

Post-investment support for foreign investors is at the centre of the two-day trade event.

LIGHT MODE
DARK MODE